I L L E C I T O ... D I F F U S O - Ci è scappato un'altro morto.... casualmente dell'altra barricata...

I L L E C I T O ... D I F F U S O 

Ci è scappato un'altro morto.... casualmente dell'altra barricata...

06:39 AM, Nov. 13, 2007  ..  Inviato in SPORT___che illusione pensare sia pulito  ..  0 commenti  ..  Link
Da alcune settimane sto scrivendo agli organismi che comandano o che dovrebbero farlo nel mondo dello sport in Italia, e nello specifico nel Calcio, per comunicare sconcerto, disappunto, diciamola tutta, S C H I F O, causato da una gestione sconsiderata, premeditata, approssimativa e colposa da parte della classe arbitrale italiana, nei riguardi di molti incontri di campionato 2007-2008 a danno soprattuto di alcune squadre e diciamolo senza paura quasi sempre solo quelle squadre, tra le quali emerge con sconcertante reiterazione per danni subiti, la JUVENTUS F.C..
La presente purtroppo passa in secondo piano a seguito dell'ignobile accadimento di domenica mattina, citato in oggetto, ma è obbligatorio ricordare i danni subiti dalla compagine bianconera di Torino, che oramai si possono quantificare in almeno 12  punti, trafugati, scippati, o meglio si è riusciti a non far fare...., come gli ultimi 2 non sommati all'attuale classifica grazie alla scriteriata ed ingiustificabile direzione di gara ieri a Parma.
 
L'oggetto parla del ragazzo laziale defunto in un'area di servizio vicino ad Arezzo, ma parla anche del poliziotto morto a Catania tempo fa.
Non crederò mai neppure vedendo riprese a circuito chiuso (CHE CI SONO) che l'agente abbia mirato per uccidere il tutto facendolo dall'altra area di servizio, magari correndo, magari con il passaggio di altre auto o tir sulle 4 corsie in mezzo, attraverso 4 separazioni tra le stesse corsie e le aree di servizio.
Ciò non toglie che il fatto è grave ma soprattutto i colpevoli sono tutti coloro che hanno permesso e stanno permettendo da decenni questo senso di impunità ed illecito diffuso ove l'illegalità è divenuta oramai normalità e quasi una colpa il contrario.
Per tutti colori non escludo davvero nessuno, passato presente e futuro.
Ricoprire posizioni di responsabilità senza il dovuto buon senso e la diligenza del buon padre di famiglia si è reso complice di questo sistema che causa ineguaglianze, reati, vittime ed i vincitori colpevoli ma impuniti.
ATTENZIONE CHE IL GIOCHINO " democrazia " SI STA ROMPENDO....
avvertiti mezzi salvati.....
 
Email del  7 novembre 2007
 
Spett.le Pres. FIGC  - via fax: 06/84912440
e Spett.le AIA, Egr. Sig. Collina
p.c. testate giornalistiche etc..
 
in data 22 ottobre 2007 mi ero sentito in obbligo di scriverVi una e-mail (che potete rileggere in calce alla presente) nella quale esprimevo il mio sconcerto nonchè senso di impotenza verso una serie reiterata di scandalosi accadimenti legati alle partite di calcio della Serie A 2007-2008, tali da considerare tale campionato senza il minimo dubbio assolutamente falsato nell'andamento.
 
Avevo utilizzato i giorni seguenti l'incontro di calcio JUVENTUS-GENOA, per riflettere sul tenore delle mie rimostranze, in quanto da tifoso bianconero stavo dentro di me covando una sensazione di premeditazione generalizzata rivolta avverso la squadra più blasonata d'Italia.
Lo stupore nel vedere quella squadra raffazzonata vincente e convincente pronta addirittura a lottare per il vertice della classifica ha rafforzato quel senso poco edificante sopra citato, volto per l'appunto ad impedirglielo. 
 
Nella mia precedente ho evidenziato come un utilizzo sregolato dei cartellini gialli avesse avuto lo scopo poi riuscito di sfoltire la JUVENTUS nei suoi giocatori più rappresentativi e fondamentali nel trascinare alla vittoria la squadra.
Questo ha prodotto una grande reazione dei giovani subentrati agli squalificati al punto da portare la squadra a sfiorare l'impresa di uscire vittoriosa con merito dallo stadio San Paolo di Napoli.
Quello che è accaduto quella sera per impedire l'inevitabile successo evito di ricordarlo, ma conferma i timori sopra citati, conferma come sudditanze psicologiche nella classe arbitrale siano tutt'oggi presenti certamente più di quando erano solo due parole sbandierate dai soliti vittimisti e perdenti, 
ritengo sulla base di fatti incontrovertibili che questo sia il risultato del nuovo che è giunto con scopi ben diversi da quelli che invece dovrebbe perseguire.
Nuovo, poi....vabbè.
 
Nel frattempo abbiamo assistito ad un'altra pietosa prestazione arbitrale durante JUVENTUS - INTER... che già dopo 10 minuti aveva dato il meglio di
sè negando al 5' min. un rigore netto per fallo di Cordoba su Del Piero tanto evidente da lasciare attoniti e sconcertati. Fallo che non poteva essere NON VISTO, fallo che ha impedito certamente la segnatura all'attaccante bianconero, fallo che commesso davanti la porta come ultimo uomo avrebbe certamente meritato ammonizione (limitando così il difensore negli interventi per i restanti 85 minuti) per non dire che un'espulsione se si rispettano le regole non avrebbe certo fatto gridare allo scandalo.
CHE UTOPIA IL RISPETTO DELLE REGOLE VERO ?
Infatti le regole vengono utilizzate a corrente alternata, vengono applicate sanzioni con discrezionalità inammissibili, tali da condizionare il regolare per non dire lecito proseguimento dell'incontro di calcio.
L'apice dell'utopistica applicazione delle regole fondanti il giuoco del calcio professionistico la troviamo pochi istanti dopo al 9' minuto del primo tempo quando a seguito di un NORMALISSIMO scontro di gioco nel quale il centrocampista juventino Nocerino viene ammonito al suo primo fallo ma ciò che è peggio un fallo che fantasiosamente risulta difficile definire tale, dato che il suddetto scontro è avvenuto su un terreno coperto di erba e delimitato da striscie di gesso bianco e non in un centro estetico per signore.
 
Questa ammonizione era programmata per quello che è stata comminata
alla prima occasione seppur priva di consistenza, dato che tale giocatore bianconero è un cosiddetto ruba-palloni, incontrista, insomma fa del pressing e del contatto fisico la sua forza, gambizzarlo a inizio partita con un'ammonizione è chiara espressione di una volontà ben precisa, quindi è facile darsi risposte del perchè, sono ovvie e naturali per persone assennate e di buon senso.
E questo accadimento è aggravato dal fatto che 8 minuti più tardi quel cosiddetto arbitro dell'incontro ammonisce "solamente" il calciatore neroazzurro Figo, per un fallo, quello sì, tale che se paragonato al non fallo del bianconero Nocerino oggetto della precedente ammonizione, avrebbe meritato mesi di squalifica altro che un semplice cartellino rosso e non giallo.
Questa è l'inconcepibile discrezionalità di giudizio che viene concessa a soggetti preposti ad arbitrare un incontro di calcio professionistico, arbitraggio che non applica le regole utilizzando un metro di misura standard bensì lascia costoro liberi di farle rispettare a piacimento e secondo programma, profittando del fatto che questa serie di funzionalità gioco forza interagiscono con l'ammissibilità dell'errore umano, perfetta giustificazione avverso illecite premeditazioni.
 
22 professionisti sul terreno di gioco, decine di migliaia di spettatori paganti ai bordi del campo, milioni di telespettatori da casa, anch'essi paganti, hanno diritti che non vengono rispettati, e subiscono questa illeicità senza possibilità di impedirla.
 
- Non si vuole la moviola in campo per accertare rigori, fuorigioco e/o goal;
- Non si vuole estendere la prova televisiva per cancellare macroscopiche invenzioni arbitrali che ingiustamente hanno danneggiato con immotivate ammonizioni o espulsioni giocatori che oltre al danno durante l'incontro subiscono le squalifiche per quelli successivi;
- Non si vuole punire la simulazione o meglio la teatralizzazione dell'incontro di calcio, che è abbondantemente utilizzata da talune squadre e giocatori volta a perdere tempo e/o farsi concedere falli di gioco inesistenti e/o ammonizioni ad avversari, (esempi ne possiamo trovare in Napoli-Juventus con parecchi giocatori di celeste vestiti tra i tanti il decisivo rigorista Domizzi, che hanno dato prove d'alta scuola, peccato non calcistica);
Non volete insomma la regolarità, non volete la leicità, non volete legalità,
non volete responsabilità, non rispettate, pretendete e basta.
Il fatto più sconcertante è che tutto ciò accade nonostante la generalità dei commenti sia concorde nel sostenere le gravi irregolarità e l'assurda ammissione dell'errore da parte dei vertici arbitrali lascia senza parole visto il reiterarsi dei danni arrecati senza tempestivi ed adeguati interventi migliorativi, sintomo anche questo che ciò è ovviamente considerato carburante a proseguire così e non a migliorare, ciò essendo la teatralità e la personificazione nella gestione arbitrale oramai legge, più forte delle stesse regole del calcio, e ciò nasce dal fatto che si è permesso nel passato che vittimismo di perdenti trovasse in persone così siffatte gli unici paladini contro i mulini a vento, paladini forti di codesta etichetta nonostante obiettivamente i meriti sul campo non si ricordino come semmai i demeriti o le per l'appunto teatralità in libertà.
 
Concludo rinnovando sconcerto e delusione.
Approfittatene più che potete dato che la giustizia ordinaria diversamente da quella fanta-sportiva ci permetterà di scoprire come il bel castello di un calcio finalmente pulito fosse solo apparenza, come coloro classificati primi in colpevolezza magari saranno addirittura retrocessi per non aver commesso il fatto, mentre i primi in campionati farsa insieme ai loro complici e conniventi troveranno modo di giocarsi la partitella domenicale nei campetti di periferia.
 
A proposito, riflettete bene sui soldi che prendete, parecchi, e soprattutto ricordateVi da quali tasche escono.
 
P.S.: qualora il motivo di tali incresciosi ed inspiegabili accadimenti sia dovuto all'esistenza di dossier fatti di intercettazioni, pedinamenti, spionaggi vari, non abbiate paura, fatevi coraggio e non permettete di ricattarVi, così facendo vi rendete complici di gravi illeciti ed illegaliltà per i quali dovrete rispondere.
Ricordarsi sempre che il tempo sarà galantuomo.

Lascia un commento 

{ Last Page }   { Page 10 of 86 }   { Next Page }

La mia foto

Home
Il mio profilo
Archivi
Amici
Album fotografico

Links

BUON SENSO
NO TAX AREA

Categorie

POLITICA ....o meglio .... U T O P I A .... che stanno lavorando per noi....
SPORT___che illusione pensare sia pulito
ITALIA AGLI ITALIANI ... soluzioni ai problemi non bla bla bla bla

Contenuti recenti

RIECCOMI ... ALLONTANATO DA FACEBOOK MA SEMPRE SUL PEZZO ...
INTERCETTAZIONI..... ma che c'è di male a parte l'elevato costo ?
OBBLIGATORIETA' DELL'AZIONE GIUDIZIARIA - travaglio / schifani
ECCO PERCHE' SI VOTA IL 13 APRILE 2008 ! V E R G O G N A ! ! !
Oggetto: STATE UCCIDENDO LA PASSIONE PER IL CALCIO DEGLI ITALIANI

Friends

Statistiche