Riflessioni bianconere, quindi eticamente sportive.

Che strano questo mondo…

da juventino vivo questi pomeriggi calcistici
con estrema serenità ed assoluta spensieratezza,
addirittura a volte riesco a trovare il tempo
per guardare su sky la partita in diretta della
mia squadra del cuore….

Certo gli scandalosi accadimenti marchiati a fuoco dalla giustizia sportiva e non solo, mi hanno allontanato, il tifo non è più lo stesso, le partite non entusiasmano come una volta…
(altro scopo raggiunto dalla combricola degli onesti dell’asse inter-telecom-rcs)

Gli amici dopo mesi di sfottò sono stranamente rispettosi e diciamolo confusi ed impacciati…

Quale significato può avere questo comportamento?

Addirittura quelli tifosi di squadre partecipanti al medesimo ‘campionato’, penso ad amici napoletani, bresciani, emiliani, liguri, parlano di play off tra loro dando per scontata la vittoria a mani basse con con largo margine della JUVENTUS…
E questi sono discorsi ante-sconto …

Sempre costoro commentando l’attuale ‘girone di A’
del memorial trofeo giacinto moratti by g.rossi & C. evidenziano come l’assenza della Vecchia Signora si senta e come, sia a livello psicologico che prettamente atletico sportivo.
Gli stimoli sono scomparsi in tutte le partecipanti, ed una squadra che non li ha mai avuti per ovvie tare mentali del suo presidente, oggi si candida alla vittoria per assenza di competitori e guarda caso l’unico stimolo nasce dal timore di non difendere la patacca strappata,
anche perchè non vincendo un campionato fatto in casa crollerebbero tutte le seppur fantasiose ragioni del bieco vittimismo che li ha sorretti nell’ultimo quarto di secolo.

Ieri ho volutamente cercato di guardare la partita, nella quale la Juve incontrava il Brescia, ostica squadra quando incontrata in A gli anni scorsi..
Partita senza fremiti, insomma senza storia.
L’unica parata del grande Buffon è stata per evitare un calcio d’angolo.
Possesso palla 80% della Juve.

Sarà mica troppo forte per davvero?

Eppure in campo a farla da padroni c’erano
ragazzi della primavera e giocatori che
alla Juve gli scorsi anni avevano raccolto un
minutaggio sul campo, davvero inconsistente,
mentre altri addirittura erano in prestito a squadre che hanno lottato per la salvezza.

Per dirla tutta, si è anche giocato in 10
visto che Trezeguet, ha toccato 3 volte la palla per sbagliare un goal già fatto i primi minuti, sbagliare un passaggio nella ripresa e sparare una pallonata sul 3’anello a fine partita.

Ritorno quindi al concetto di fondo:
come è possibile che una squadra senza un signor allenatore (il + vincente in attività),
senza i seguenti giocatori alcuni dei quali campioni del mondo o vice, nell’ordine:
CANNAVARO
THURAM
ZAMBROTTA
EMERSON
BLASI
MUTU
VIERA
IBRAIMOVIC

8/11 della squadra titolare che ha dominato
gli ultimi due campionati, stravincendoli
sul campo, si possa permettere di ricevere
cotanto credito quest’anno ?
Neppure l’incertezza che il pallone è rotondo?

Concludo questa riflessione e queste libere opinioni su fatti incontrovertibili,
ponendomi una semplice domanda:

dando per scontato che eravamo i più forti,

vincevamo solo per questo innegabile motivo,

ci odiavano e ci sospettavano come la storia
del mondo ha migliaia di volte dimostrato solo
perchè vincenti,

come si è potuto permettere uno sciempio simile?

Il lume della ragione, il buon senso, la coerenza, la civiltà, la moralità, l’onestà, hanno forse qualche credito e soprattutto verso chi?

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.