60 anni di democrazia …. ecco i risultati ….

Dai brogli elettorali per il referendum monarchia – repubblica …

sino al recente e scandaloso resoconto del libro la Casta;

– dalla ricostruzione post-bombardamenti alleati (anglostatunitensi) grazie mille…

sino al buco nero del debito pubblico, costantemente e reiteratamente fomentato durante ogni legislatura dai maghi delle soluzioni e dell’aria fritta;

– dai decenni di impunità per tutti … alle sentenze esemplari per pochi;

– dal boom economico di quarant’anni fa alla depressione morale, finanziaria, sociale, economica ed esistenziale dell’ultimo decennio;

– dal lassismo legislativo e giudiziario ai pm di frontiera arrembanti e in cerca di scoop;

– dalla cinquecento come utilitaria ed un po’ per tutti a quella recente super accessoriata e potente in cerca di un trend, in cerca di un pubblico d’alto livello, in cerca di chissà cosa ma vietata ai giovani neo patentati;

 

etc…

 

Problemi tanti soluzioni inesistenti.

 

Da scandalizzarsi ogni giorno, da gioire serenamente soltanto quando per c.u.l.o.

nulla di tremendo accade.

 

Recentemente mi sono iscritto alle newsletter di B. Grillo, personaggio dai mille volti

o forse solo uno, allora dalle mille personalità o forse solo due, di enorme cultura o forse

limitata ai propri interessi … insomma soggetto interessante.

 

L’altro ieri ha pubblicato sul suo blog un articolo interessante riferito agli incendi

intitolato Italia flambè ne segue il commento:

 

Stimoli leggendo i blog di Grillo Beppe:

 

Devo ringraziare Beppe ed i curiosi lettori del Suo Blog, che grazie al Suo acume riescono ad esprimersi forse al di sopra delle proprie normali ed usuali possibilità….
Favorire, stimolare, incentivare il ragionamento e di conseguenza l’espressione verbale o scritta sono azioni volte a rispettare l’uomo in quanto tale e di conseguenza tutto ciò che lo circonda.
Noi esseri umani sul pianeta terra dovremmo rappresentare il top, er mejo, the best …
ed invece cosa facciamo per questa palla che galleggia nello spazio? Centrerà mica il fatto che già dopo 8 mesi dalla nostra nascita cominciamo a calpestarla … e ciò magari ci fa pensare d’esser ciò che non siamo ?
I roghi sono nulla in confronto ai disastri ecologici ed all’inquinamento irreparabile che noi esseri umani abbiamo regalato alla nostra Terra, e tutto ciò in nome di cosa?
M O N E Y, dindini, cash, nero, euri e dooolllariii già meglio conosciuti come VERDONI…
Concludo anche se potrei continuare all’infinito, cercando un colpevole, o meglio almeno uno, e l’imbarazzo della scelta mi porta invece a non identificarlo in quanto collega, in quanto per l’appunto essere umano vivente, bensì forse non più vivente, ma colpevole per quanto fatto in vita. I nostri padri o nonni a metà del secolo scorso hanno deciso di regalarci una meravigliosa panacea, forse perchè storditi dai danni, allora definiti incommensurabili, della 2’guerra mondiale, panacea che è divenuta poi bandiera di quest’ultimo sessantennio, e che in nome di questa scateniamo guerre ogni giorno, giustifichiamo gravissimi accadimenti e soprattutto chi li ha compiuti, autorizziamo emeriti fessi a dirci cosa fare ed a derubarci in nome dei loro privilegi, la esaltiamo ogni anno ricordando il male che l’ha preceduta, bella, unica, inimitabile, la DEMOCRAZIA.
Ma al confronto con 7000 anni di civiltà l’ultimo sessantennio regge?
http://buonsenso.spazioblog.it

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.