RIFLESSIONI ANTIPOLITICHE ED ANTI V-DAY

Da qualche giorno assistiamo come fossimo a teatro a sceneggiate davvero spassose, ad ogni atto una nuova sorpresa, con autori ed interpreti occasionalmente attivi nel voler dare un senso alla propria inutilità.

Dal giorno del V-Day, 8-9-07, con incredulità ho sentito accuse campate per aria verso soggetti che si sono permessi soltanto di dire le cose come stanno, infatti l’argomento del post 8 settembre non sono state le smentite o le querele, bensì soltanto mistificazioni, falsificazioni gratuite di avvenimenti e denuncie registrate in voce e video, ho sentito coraggiosi sostenitori della verità assoluta ed inefficaci propagandisti della buona politica e del buon governo, rubarsi la scena per sparare l’ovvietà più grossa con l’enfasi demagogica che li sostiene da decenni.

INCREDIBILE TUTTO CIO’…..

Invece di sentire giustificazioni da parte di chi ha sbagliato, invece di vedere prove d’orgoglio ed onestà almeno intellettuale, invece di leggere autocritiche ed ascoltare analisi di falsi moralisti, si è risolto tutto nell’inventarsi balle enfatizzando il parolone ANTIPOLITICA,

per sminuire il ligure barbuto, che da buon comico, gongola per cotanta prima scena.

SONO DAVVERO PREOCCUPATO ….

NON VI SIETE ACCORTI, MA SE UN COMICO SI è RIDOTTO

A FAR LA PREDICA AI NOSTRI GOVERNANTI, OTTENENDO COME RISPOSTA O REAZIONE SOLTANTO FACILI E SUPERFICIALI BATTUTE,

NOI BURATTINI COSA CI STIAMO A FARE IN QUESTO PATETICO PAESE RAPPRESENTATO DA MACCHIETTE ????

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.