ARRIVA IL NATALE 2007 ….. QUANTI REGALI SOTTO L’ALBERO….

… ed a gongolare son sempre i soliti.

– Certo un Natale senza regali non sarebbe un Natale come si comanda.

– Certo una famiglia che lo trascorre senza troppe pretese e

   senza sprechi non sarebbe una famiglia.

– Certo un Natale senza utopie ed ipocrisie non sarebbe tale.

Per questo i problemi che vengono focalizzati in questi giorni

son sempre i soliti, ma per distorgliere l’attenzione da cosa o da chi ?????

Giornalai e telegiornalai inorriditi enfatizzano sconcerto parlando delle

NOSTRE tredicesime gambizzate, salvo aver armato coloro che ci

governano, ma soprattutto senza raccontare quanto ci viene tolto

per contribuire a fondo perduto alle casse della suddetta casta stampata.

Organizzano e trasmettono interviste televisive fatte, guarda caso, fuori dai negozi, come se chi sta uscendo da questi carico di sacchetti è andato a rifarsi gli occhi, pubblicano sondaggi fatti da conniventi fornitori onde giustificare il clamore dato e raccogliere consenso per così fidelizzare i propri rimbesuiti clienti illudendoli di essere i paladini della giustizia e difensori del consumatore.

Bravi, bravi, bravi….

Mi congratulo con voi, davvero grandi, avete inventato una professione che

riesce a giustificare la propria esistenza manipolando la verità e la realtà,

dando un falso senso della vita ai purtroppo tanti inevitabilmente già circuiti clienti.

Una categoria come la vostra che dovrebbe svolgere un compito di livello

morale e professionale tanto alto da non ammettere critiche se non da se stessi, parlerebbe ai propri clienti, già concittadini, già lettori ed elettori, insomma agli ITALIANI, di cose VERE, CHIARE, CONCRETE, INCONTROVERTIBILI,

insomma di FATTI, invece sembra proprio una scuola di perfezionamento per poi esser promossi al cadreghino parlamentare, sembra… insomma è cos’ì !

Coerenti e sensati giornalisti senza secondi fini o aspirazioni politiche parlerebbero di come i nostri cari governanti hanno sbagliato le FINANZIARIE ed oggi incassano più soldi di quelli preventivati, non tanto perchè l’economia galoppa, ma soltanto perchè hanno sbagliato i conti….

Le tredicesime sono alla frutta, gli stipendi stanno peggio, le pensioni incerte,

le liquidazioni un sogno, i servizi dovuti dallo stato ai propri spremuti

sostenitori NON ESISTONO, il costo del nulla è INCALCOLABILE.

ADESSO, voi ed i vostri politicanti soci, pensate ad un S.NATALE nel quale nessuno fa regali, pensate a delle festività trascorse come un giorno qualsiasi,

pensate a vacanze consumate nel proprio soggiorno anzichè a New York o alle Maldive, pensate ad un pranzo di natale ed al cenone di capodanno senza champagne, aragoste, panettoni, ma soltanto con patate e pere.

Ci state pensando?

Riuscite ad immaginarlo ?

DUBITO….. ma lo vedrete presto soprattuto in casa VOSTRA !

VE LO AUGURO DI CUORE.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.