I L L E C I T O ... D I F F U S O

I L L E C I T O ... D I F F U S O 

Ci è scappato un'altro morto.... casualmente dell'altra barricata...

06:39 AM, Nov. 13, 2007  ..  Inviato in SPORT___che illusione pensare sia pulito  ..  0 commenti  ..  Link
Da alcune settimane sto scrivendo agli organismi che comandano o che dovrebbero farlo nel mondo dello sport in Italia, e nello specifico nel Calcio, per comunicare sconcerto, disappunto, diciamola tutta, S C H I F O, causato da una gestione sconsiderata, premeditata, approssimativa e colposa da parte della classe arbitrale italiana, nei riguardi di molti incontri di campionato 2007-2008 a danno soprattuto di alcune squadre e diciamolo senza paura quasi sempre solo quelle squadre, tra le quali emerge con sconcertante reiterazione per danni subiti, la JUVENTUS F.C..
La presente purtroppo passa in secondo piano a seguito dell'ignobile accadimento di domenica mattina, citato in oggetto, ma è obbligatorio ricordare i danni subiti dalla compagine bianconera di Torino, che oramai si possono quantificare in almeno 12  punti, trafugati, scippati, o meglio si è riusciti a non far fare...., come gli ultimi 2 non sommati all'attuale classifica grazie alla scriteriata ed ingiustificabile direzione di gara ieri a Parma.
 
L'oggetto parla del ragazzo laziale defunto in un'area di servizio vicino ad Arezzo, ma parla anche del poliziotto morto a Catania tempo fa.
Non crederò mai neppure vedendo riprese a circuito chiuso (CHE CI SONO) che l'agente abbia mirato per uccidere il tutto facendolo dall'altra area di servizio, magari correndo, magari con il passaggio di altre auto o tir sulle 4 corsie in mezzo, attraverso 4 separazioni tra le stesse corsie e le aree di servizio.
Ciò non toglie che il fatto è grave ma soprattutto i colpevoli sono tutti coloro che hanno permesso e stanno permettendo da decenni questo senso di impunità ed illecito diffuso ove l'illegalità è divenuta oramai normalità e quasi una colpa il contrario.
Per tutti colori non escludo davvero nessuno, passato presente e futuro.
Ricoprire posizioni di responsabilità senza il dovuto buon senso e la diligenza del buon padre di famiglia si è reso complice di questo sistema che causa ineguaglianze, reati, vittime ed i vincitori colpevoli ma impuniti.
ATTENZIONE CHE IL GIOCHINO " democrazia " SI STA ROMPENDO....
avvertiti mezzi salvati.....
 
Email del  7 novembre 2007
 
Spett.le Pres. FIGC  - via fax: 06/84912440
e Spett.le AIA, Egr. Sig. Collina
p.c. testate giornalistiche etc..
 
in data 22 ottobre 2007 mi ero sentito in obbligo di scriverVi una e-mail (che potete rileggere in calce alla presente) nella quale esprimevo il mio sconcerto nonchè senso di impotenza verso una serie reiterata di scandalosi accadimenti legati alle partite di calcio della Serie A 2007-2008, tali da considerare tale campionato senza il minimo dubbio assolutamente falsato nell'andamento.
 
Avevo utilizzato i giorni seguenti l'incontro di calcio JUVENTUS-GENOA, per riflettere sul tenore delle mie rimostranze, in quanto da tifoso bianconero stavo dentro di me covando una sensazione di premeditazione generalizzata rivolta avverso la squadra più blasonata d'Italia.
Lo stupore nel vedere quella squadra raffazzonata vincente e convincente pronta addirittura a lottare per il vertice della classifica ha rafforzato quel senso poco edificante sopra citato, volto per l'appunto ad impedirglielo. 
 
Nella mia precedente ho evidenziato come un utilizzo sregolato dei cartellini gialli avesse avuto lo scopo poi riuscito di sfoltire la JUVENTUS nei suoi giocatori più rappresentativi e fondamentali nel trascinare alla vittoria la squadra.
Questo ha prodotto una grande reazione dei giovani subentrati agli squalificati al punto da portare la squadra a sfiorare l'impresa di uscire vittoriosa con merito dallo stadio San Paolo di Napoli.
Quello che è accaduto quella sera per impedire l'inevitabile successo evito di ricordarlo, ma conferma i timori sopra citati, conferma come sudditanze psicologiche nella classe arbitrale siano tutt'oggi presenti certamente più di quando erano solo due parole sbandierate dai soliti vittimisti e perdenti, 
ritengo sulla base di fatti incontrovertibili che questo sia il risultato del nuovo che è giunto con scopi ben diversi da quelli che invece dovrebbe perseguire.
Nuovo, poi....vabbè.
 
Nel frattempo abbiamo assistito ad un'altra pietosa prestazione arbitrale durante JUVENTUS - INTER... che già dopo 10 minuti aveva dato il meglio di
sè negando al 5' min. un rigore netto per fallo di Cordoba su Del Piero tanto evidente da lasciare attoniti e sconcertati. Fallo che non poteva essere NON VISTO, fallo che ha impedito certamente la segnatura all'attaccante bianconero, fallo che commesso davanti la porta come ultimo uomo avrebbe certamente meritato ammonizione (limitando così il difensore negli interventi per i restanti 85 minuti) per non dire che un'espulsione se si rispettano le regole non avrebbe certo fatto gridare allo scandalo.
CHE UTOPIA IL RISPETTO DELLE REGOLE VERO ?
Infatti le regole vengono utilizzate a corrente alternata, vengono applicate sanzioni con discrezionalità inammissibili, tali da condizionare il regolare per non dire lecito proseguimento dell'incontro di calcio.
L'apice dell'utopistica applicazione delle regole fondanti il giuoco del calcio professionistico la troviamo pochi istanti dopo al 9' minuto del primo tempo quando a seguito di un NORMALISSIMO scontro di gioco nel quale il centrocampista juventino Nocerino viene ammonito al suo primo fallo ma ciò che è peggio un fallo che fantasiosamente risulta difficile definire tale, dato che il suddetto scontro è avvenuto su un terreno coperto di erba e delimitato da striscie di gesso bianco e non in un centro estetico per signore.
 
Questa ammonizione era programmata per quello che è stata comminata
alla prima occasione seppur priva di consistenza, dato che tale giocatore bianconero è un cosiddetto ruba-palloni, incontrista, insomma fa del pressing e del contatto fisico la sua forza, gambizzarlo a inizio partita con un'ammonizione è chiara espressione di una volontà ben precisa, quindi è facile darsi risposte del perchè, sono ovvie e naturali per persone assennate e di buon senso.
E questo accadimento è aggravato dal fatto che 8 minuti più tardi quel cosiddetto arbitro dell'incontro ammonisce "solamente" il calciatore neroazzurro Figo, per un fallo, quello sì, tale che se paragonato al non fallo del bianconero Nocerino oggetto della precedente ammonizione, avrebbe meritato mesi di squalifica altro che un semplice cartellino rosso e non giallo.
Questa è l'inconcepibile discrezionalità di giudizio che viene concessa a soggetti preposti ad arbitrare un incontro di calcio professionistico, arbitraggio che non applica le regole utilizzando un metro di misura standard bensì lascia costoro liberi di farle rispettare a piacimento e secondo programma, profittando del fatto che questa serie di funzionalità gioco forza interagiscono con l'ammissibilità dell'errore umano, perfetta giustificazione avverso illecite premeditazioni.
 
22 professionisti sul terreno di gioco, decine di migliaia di spettatori paganti ai bordi del campo, milioni di telespettatori da casa, anch'essi paganti, hanno diritti che non vengono rispettati, e subiscono questa illeicità senza possibilità di impedirla.
 
- Non si vuole la moviola in campo per accertare rigori, fuorigioco e/o goal;
- Non si vuole estendere la prova televisiva per cancellare macroscopiche invenzioni arbitrali che ingiustamente hanno danneggiato con immotivate ammonizioni o espulsioni giocatori che oltre al danno durante l'incontro subiscono le squalifiche per quelli successivi;
- Non si vuole punire la simulazione o meglio la teatralizzazione dell'incontro di calcio, che è abbondantemente utilizzata da talune squadre e giocatori volta a perdere tempo e/o farsi concedere falli di gioco inesistenti e/o ammonizioni ad avversari, (esempi ne possiamo trovare in Napoli-Juventus con parecchi giocatori di celeste vestiti tra i tanti il decisivo rigorista Domizzi, che hanno dato prove d'alta scuola, peccato non calcistica);
Non volete insomma la regolarità, non volete la leicità, non volete legalità,
non volete responsabilità, non rispettate, pretendete e basta.
Il fatto più sconcertante è che tutto ciò accade nonostante la generalità dei commenti sia concorde nel sostenere le gravi irregolarità e l'assurda ammissione dell'errore da parte dei vertici arbitrali lascia senza parole visto il reiterarsi dei danni arrecati senza tempestivi ed adeguati interventi migliorativi, sintomo anche questo che ciò è ovviamente considerato carburante a proseguire così e non a migliorare, ciò essendo la teatralità e la personificazione nella gestione arbitrale oramai legge, più forte delle stesse regole del calcio, e ciò nasce dal fatto che si è permesso nel passato che vittimismo di perdenti trovasse in persone così siffatte gli unici paladini contro i mulini a vento, paladini forti di codesta etichetta nonostante obiettivamente i meriti sul campo non si ricordino come semmai i demeriti o le per l'appunto teatralità in libertà.
 
Concludo rinnovando sconcerto e delusione.
Approfittatene più che potete dato che la giustizia ordinaria diversamente da quella fanta-sportiva ci permetterà di scoprire come il bel castello di un calcio finalmente pulito fosse solo apparenza, come coloro classificati primi in colpevolezza magari saranno addirittura retrocessi per non aver commesso il fatto, mentre i primi in campionati farsa insieme ai loro complici e conniventi troveranno modo di giocarsi la partitella domenicale nei campetti di periferia.
 
A proposito, riflettete bene sui soldi che prendete, parecchi, e soprattutto ricordateVi da quali tasche escono.
 
P.S.: qualora il motivo di tali incresciosi ed inspiegabili accadimenti sia dovuto all'esistenza di dossier fatti di intercettazioni, pedinamenti, spionaggi vari, non abbiate paura, fatevi coraggio e non permettete di ricattarVi, così facendo vi rendete complici di gravi illeciti ed illegaliltà per i quali dovrete rispondere.
Ricordarsi sempre che il tempo sarà galantuomo.


ARBITRAGGI SCANDALOSI, è questo il dopo Moggi ?

12:50 PM, Oct. 22, 2007  ..  Inviato in SPORT___che illusione pensare sia pulito  ..  0 commenti  ..  Link
Lettera inviata via email a Figc, Aia, Lega calcio e p.c. testate giornalistiche.
Oggetto:
ARBITRAGGIO INCONCEPIBILE : JUVENTUS-GENOA del 21/10/2007
Egregi Sig.ri
con riferimento a quanto in oggetto volevo pubblicamente informarVi (considerato i destinatari per conoscenza della presente)
che mi risulta assolutamente difficile comprendere il significato del cartellino giallo utilizzato dalla classe arbitrale italiana e sono mio malgrado costretto  a trasmetterVi lo sconcerto che assale uno spettatore come tanti altri (la maggioranza) nel veder spettacoli incresciosi come quello andando in scena ieri sera.
Codesto cartellino giallo è stato sbandierato durante l'incontro di calcio citato in oggetto in svariate occasioni molte delle quali dubbie per non dire assolutamente ingiustificabili.
Convengo che il compito dell'arbitro sia molto difficile, abbia responsabilità forse eccessive in rapporto all'esperienza della maggior parte di coloro recentemente promossi a scendere sui campi di serie A.
Questo non per giustificare quanto accaduto ma per mettere in conto che un paio di errori o cosiddette sviste siano ammissibili, per non dire addirittura inevitabili.
Cosa ben diversa è l'utilizzo del cartellino giallo senza criterio e misura.
Infatti a differenza di inesistenti fuorigioco non millimetrici fisciati avverso la squadra bianconera anche ieri sera, che ci possono anche stare, ma solo un paio oltre infastidiscono, il cartellino giallo deve essere utilizzato per punire falli di gioco che si possono definire pericolosi, oppure quelli identificabili come falli tattici, falli violenti, falli di reazione, falli di mano.... è ammissibile oltretutto l'ammonizione per falli reiterati commessi dallo stesso giocatore, ma purtroppo nessuno di questi casi è stato preso ad esempio per motivare le 5 ammonizioni affibbiate ai giocatori della squadra JUVENTUS F.C..
Se poi vado a guardare il metro utilizzato per ammonire i giocatori della squadra avversaria del Genoa, constato come rispecchino con precisione la casistica sopra citata, se non addirittura in almeno un paio di caso i cartellini avrebbero potuto essere addirittura rossi e non solo gialli.
Se tutti i falli commessi dai giocatori rossoblu durante la partita di ieri sera avessero avuto la medesima valutazione che invece è stata data in occasione dei falli bianconeri oggetto di ammonizione, avremmo visto terminare la partita con almeno una decina di ammonizioni in più e qualche giocatore avrebbe raggiunto gli spogliatori anzitempo.
Comunque l'assurdo ha raggiunto il culmine in conclusione di partita quando dopo un'inconcepibile ammonizione a Nedved, tanto assurda che avrebbe dovuto spingere la quaterna arbitrale ad un tempestivo risveglio onde annullarla con ammissione dell'abbaglio, è stata seguita da un cartellino rosso dopo il fischio di chiusura a seguito di un normale scontro aereo privo assolutamente dei requisiti necessari a definirlo fallo, tra lo stesso Nedved ed un giocatore genoano, pochi istanti prima del fischio, semmai considerando il tuffo e l'agonia del giocatore rossoblu un provvedimento avrebbe dovuto riguardare costui, dato che il campo da calcio è destinato al giuoco del pallone e non per prestazioni teatrali.
Concludo ringranziando per l'attenzione che mi avete dedicato, invitandoVi a visionare gli errori commessi dato che le immagini sono chiare ed inequivocabili.
Questo perchè gli errori di ieri sera influenzeranno la formazione juventina nelle prossime partite con il rischio che lo scontro al vertice tra 3 giornate possa venire compromesso o meglio reso goliardico, come qualche faziosa testata giornalistica e qualche famigerato redattore di dossier illegali auspicherebbe.
Non sono certo gli occhi di un simpatizzante juventino a dirlo, bensì di uno sportivo.
Al contrario temo che occhi anti-juventini o peggio dossierizzati possano venire accecati in talune occcasioni da abbagli o intempestive sonnolenze, che quest'anno oltre a ieri sera hanno già regalato prestazioni da oscar, come in occasione del pareggio della Roma contro la Juventus di Totti in fuorigioco e con fallo su Criscito, unitamente ad almeno un trittico di rigori non fischiati a favore della squadra bianconera, uno sempre a Roma ed un paio contro l'Udinese a Torino.
E come dimenticare quelli fischiati a Cagliari avverso la squadra di Ranieri tanto precipitosi e fantasiosi da scatenare ilarità ed addirittura disagio in tifosi sardi.
Termino quindi invitandoVi a rivalutare quanto accaduto con onestà e buon senso, cercando di impedire che con questi errori il campionato venga ulteriormente falsato al punto da assumere somiglianze con la competizione "farsa" pre-confezionata, che ha visto l'anno scorso vincente una squadra multietnica o meglio soltanto "internazionale".
Fiducioso nella Vostra serietà saluto cordialmente.
 


C’ERA UNA VOLTA IL CALCIO IN QUANTO SPORT ….

09:12 PM, Sep. 25, 2007  ..  Inviato in SPORT___che illusione pensare sia pulito  ..  0 commenti  ..  Link

UN BEL GIORNO UN ARDITO PRESIDENTE DI UNA SQUADRA CHE PRATICAVA CODESTO “CALCIO” DA UN CENTINAIO D’ANNI E NON ODORAVA VITTORIE DA UN VENTENNIO DECISE DI USARE TUTTE LE CARTUCCIE A DISPOSIZIONE PER OTTENERE FINALMENTE QUEL SUCCESSO CHE CON MEZZI ALTRETTANTO DISCUTIBILI, IL VECCHIO PAPA’, AVEVA OTTENUTO.

SI GUARDO’ ATTORNO E SCOPRI’ D’ESSER CIRCONDATO DA POTENTI PERSONAGGI, ED IN QUANTO TALI  PRIVI DI SCRUPOLI, CHE IN NOME DEL DIO DENARO SAREBBERO SCESI A QUALSIASI COMPROMESSO, FIGURIAMOCI FAR VINCERE LA PATETICA COMBRICOLA DI EXTRACOMUNITARI SUDAMERICANI COI TACCHETTI AI PIEDI….

ANCHE PERCHE’ COSTORO NAVIGANDO DA DECENNI ATTORNO AL MONDO DEL CALCIO, ERANO AVVEZZI A GRIGIE COMMISTIONI, FACILI INTRALLAZZI, NONCHE’ REGALIE FINANZIARIE DI STATO, TAPPANDOSI SPESSO NASO, BOCCA, ORECCHIE ED OCCHI, SONO ANDATI AVANTI PER LA LORO STRADA CERTI D’AVER PRIMA O POI CAMBIALI DA INCASSARE PER COTANTA OMERTA’.

GRAZIE ALLA POSIZIONE DI PRIVILEGIO DI ALCUNI SOGGETTI DELLA STESSA DIRIGENZA CASUALMENTE AL COMANDO ANCHE DI AZIENDINE DI POCO CONTO, TELECOM ITALIA E TIM, già sponsor da anni delle competizioni calcistiche nazionali, nonché  GIORNALI GRUPPO RCS, (corriere della sera e gazzetta dello sport tra gli altri)

 

A MAGGIO DEL 2006 è STATA SCATENATA UNA DELINQUENZIALE CAMPAGNA

DI STAMPA FATTA DI MERE ENFATIZZAZIONI DI CHIACCHERE DA BAR POST-CAMPARI E GRAPPA, IL TUTTO PER CREARE LE FONDAMENTA NEL BOCCALONE ITALIANO MEDIO, DELLA CUPOLA BIANCONERA, VINCENTE IN QUANTO COLPEVOLE DI VINCERE, COLPEVOLE DI SBAGLIARE RARAMENTE ACQUISTI, COLPEVOLE DI AVERE UNA VENTINA TRA TESSERATI E RECENTI EX, IN AMBITO DI NAZIONALI EUROPEE E CHE PER L’APPUNTO SI SONO INCONTRATI ALLA FINALE DEI MONDIALI 2006. (sensatamente, difficile non vincere)

 

TORNIAMO ALLA FARSA DEGLI SCOOP GIORNALISTICI FOMENTATI ED ENFATIZZATI DALLA POI CONDANNATA GAZZETTA DELLO SPORT, DI COSA PARLAVANO?

SI RIFERIVANO AD UNA RACCOLTA APPROSSIMATIVA E PRIVA DI REALE VALORE DI STRALCI DI COLLOQUI INFORMALI TRA AMICI CHE NULLA HANNO A CHE FARE CON IL CAMPO DI CALCIO E LA PARTITA DELLA DOMENICA, CIO’ CONFERMATO DA CONDANNE ANCH’ESSE FARSA CHE NON HANNO VISTO TRA I SOGGETTI COLPITI, NESSUNO CHE QUEL CAMPO LO CALPESTAVA.

 

MA GRAZIE ALLE MANIA DA GREGGIE DELLA MAGGIOR PARTE DEI LETTORI DI TALI COSIDDETTI GIORNALI SPORTIVI è STATO FACILE ABBINDOLARLI, DANDO L’IMPRESSIONE DI AVERE LA SFERA DI CRISTALLO E PUBBLICARE SOLO IL VERBO DEL SIGNORE.

 

QUELLO CHE SCONCERTA NON è TANTO LA TRUFFA MEDIATICA DI MOGGIOPOLI BENSI’ è AVER AVUTO IL CORAGGIO DI CONDANNARE AL BAR PRIMA DEI PROCESSI IN AULA CON LO SCOPO DI INFLUENZARE I COSIDDETTI GIUDICI SPORTIVI E DAR LORO IL PRETESTO DI CONDANNARE SULLA BASE DEL SENTIMEN POPOLARE. ORAMAI FORCAIOLO.

RABBRIVIDISCE PENSARE CHE CI SONO STATI ANCHE DEI MORTI A CAUSA DI QUESTA CAMPAGNA DI STAMPA PRIVA DI ETICA E MORALITA’, SVOLTA NELL’ILLEICITA’ TOTALE.

 

CURIOSO CHE LO STESSO TRATTAMENTO MEDIATICO E GIUSTIZIALISTA NON SIA STATO UTILIZZATO PER FATTI E NON INVENZIONI O MANIPOLAZIONI DI INTERCETTAZIONI NEI CASI CHE DI SEGUITO VI RICORDO:

 

Milan: 190 miliardi di fondi neri ai calciatori (1992-97): tutto in prescrizione grazie alla nuova legge sul falso in bilancio ideata, guarda caso, da Berlusconi (3 agosto 2001).
RISPOSTA DELLA GIUSTIZIA SPORTIVA: non abbiamo fatto in tempo a contare tutti i miliardi…

Milan: Caso Lentini (1992). 10 miliardi in nero. Per metà stagione 1991/92 Berlusconi è padrone di due squadre (Milan e Torino): tutto in prescrizione (vedi sopra).
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Chi è Lentini?

Milan: Passaporto falso di Dida. 1 miliardo di multa, squalifica di 4 mesi al giocatore, che viene ceduto in prestito.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: se non abbiamo punito Recoba, perché dobbiamo punire Dida?
Milan: Gattuso, Seedorf e altri 3 milanisti (5 su 15 rifiuti totali….) si rifiutano di sottoporsi ai controlli incrociati (2005). Le loro giustificazioni vengono completamente sconfessate dai responsabili dei laboratori antidoping. Nessuno indaga.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Zeman non ci ha ancora telefonato.
Milan: Borriello positivo all’antidoping per due corticosteroidi (2006). La giustificazione della pomata vaginale della fidanzata non regge (un così piccolo quantitativo non può causare positività ai controlli). Dove ha assunto quelle sostanze il calciatore? Per lui tre mesi di squalifica.

RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Zeman aveva il telefono spento.
Milan: 2002/03, viene concesso ai rossoneri di chiudere il (disastrato) bilancio il 31 dicembre in luogo del canonico 30 giugno. RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: i soldi dei diritti tv li dobbiamo pure prendere.
Milan: plusvalenze gonfiate. (1999/2005) scambi di più o meno famosi giovanotti a prezzi gonfiati con Lazio e Inter.

RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: questi giovani devono pur lavorare.
Milan: (2006) Calciopoli. Il Milan è l’unica società a parlare e ad intrattenere relazioni con gli arbitri (telefonate di Meani, dossier di Paparesta, Collina) oltre che a fare pressioni ben precise (su/giù con la bandierina, “ così abbiamo potere anche nelle serie inferiori”, Galliani promuove Marano e D’Addato tramite Meani).
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Il Milan è vittima. Lo ha detto la televisione.
Milan/Inter: caso Brunelli (2006). Plusvalenza selvaggia per uno sconosciuto ragazzino. Firma falsa per siglare il contratto appena in tempo per chiudere il bilancio (il calciatore era in Sardegna).

RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: la colpa è di Brunelli. Ma non poteva fare le vacanze a Buccinasco?
Inter: Caso Genoa-Inter 2-3 (1983). Partita biscotto rovinata da un inaspettato gol di Bagni a 3 minuti dalla fine.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Avevamo tanti camion di sabbia da scaricare…
Inter: Passaporto falso di Recoba (1999). Dirigenti patteggiano in sede di giustizia ordinaria. Moratti, prima delle sentenze sportive aveva grottescamente dichiarato: «Se squalificano Recoba e poi la giustizia ordinaria lo assolve, chi ci restituisce squalifiche e penalizzazioni?». 1 miliardo di multa e 4 mesi di squalifica (scontati in estate) al calciatore.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: avevamo della sabbia avanzata dal 1983…
Inter: Fidejussione onorata in ritardo (2002). La Federcalcio concede all’Inter di “chiuderla” al 31 marzo, anziché al 31 dicembre. In pratica, mentre le altre squadre portano le credenziali per iscriversi al campionato successivo, l’Inter chiude l’iter per iscriversi al precedente.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Moratti è talmente ricco che non ha bisogno di questi trucchetti
Inter: Kallon trovato positivo al nandrolone (2003). Tutti gli altri casi si erano concentrati nel 2001, facendo sospettare di integratori “fallati”. Il caso di Kallon è isolato (due anni dopo), quegli integratori non erano più in commercio.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Zeman sta retrocedendo, meglio non infastidirlo

Inter: Georgatos rivela di essere stato testimone di strane pratiche farmacologiche all’interno dello spogliatoio interista (2006).
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Zeman è stato appena esonerato, lasciamolo in pace
Inter: Calciopoli (2006). L’Inter intrattiene “rapporti confidenziali” (parole sue) con l’arbitro Nucini. Facchetti è ospite a casa di Bergamo quando l’Inter gioca in Toscana. Facchetti “era quello che chiamava più di tutti e in un paio di occasioni si è andati un po’ oltre” (De Santis dixit). “Puntano tutto sull’Inter”, “Pairetto rende conto a Milan, Inter, Sampdoria, ai grandi magazzini, dove c’è da lavorare”.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Guido Rossi
Inter: Plusvalenze selvagge (2000-2005). Secondo la Procura di Milano non aveva i requisiti per iscriversi al campionato (poi assegnato a tavolino). In ogni caso,
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Palazzi, Borrelli
Inter: Pedinamenti di De Santis, Vieri, Jugovic. Telefoni della Juventus spiati. Pratica “Como”, Dossier “Ladroni”.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Tavaroli e Cipriani facevano tutto di loro iniziativa, quello che non facevano di loro iniziativa è prescritto
Lazio: passaporto falso di Veron (2000). Multa alla società, 1 anno di squalifica al dirigente Pulici.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: È l’anno del Giubileo, lo scudetto va a Roma!
Lazio: biancocelesti iscritti al campionato senza averne i requisiti (2003-2004). Cragnotti si firmava da solo le fidejussioni e ha sistemato il tutto con qualche leggerissima plusvalenza.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Carraro, Mcc, Capitalia (intoccabili)
Lazio: debiti col fisco spalmati in 23 anni (2005).
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: 23 anni passano in fretta
Roma: Tentata corruzione dell’arbitro Vautrot prima di Roma-Dundee di Coppa dei Campioni (1984). Squalifica di un anno dalle coppe convertita in multa di 168 milioni.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: la Roma è parte lesa
Roma: Regole cambiate in corsa (2001). A 3 giorni dalla partita decisiva per lo scudetto vengono cambiate le regole sull’utilizzo degli extracomunitari. La Juve dei potentissimi Moggi e Giraudo si oppone, ma non ottiene nulla. La Roma schiera così l’extracomunitario Nakata, che risulta decisivo.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: È l’anno del giubileo, lo scudetto va a Roma! E poi la Roma è parte lesa
Roma: passaporti falsi di Cafu e Bartelt. Solo qualche mese di squalifica ai calciatori.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: la Roma è parte lesa
Roma: fidejussione sulla carta del formaggio (2003). Tra l’altro presentata fuori tempo massimo. Il Cosenza, per lo stesso motivo, viene fatto fallire.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: la Roma è parte lesa
Roma: Plusvalenze selvagge (2000-2004). Al bilancio chiuso il 30 giugno 2002 vengono iscritti 95,3 milioni di plusvalenze, derivate dalla cessione dei seguenti campionissimi: Marco Amelia, Cesare Bovo, Franco Brienza, Simone Casavola, Daniele Cennicola, Daniele De Vezze, Giuseppe Di Masi, Simone Farina, Alberto Fontana, Gianmarco Frezza, Armando Guastella, Daniele Martinetti, Giordano Meloni, Matteo Napoli, Simone Paoletti, Manuel Parla, Marco Quadrini, Cristian Ranalli, Fabio Tinazzi, Alfredo Vitolo.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: Questi giovani devono pur lavorare, e poi la Roma è parte lesa
Roma: Caso Bergamo-Sensi (2005). Una microspia intercetta una strana conversazione tra i due.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: ma lo volete capire che la Roma è parte lesa?
Legge Spalmadebiti (2003): non ne usufruisce la Juventus. Le altre squadre (Inter, Milan, Roma, Lazio) possono andare avanti a fare campagne acquisti faraoniche.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: cos’è la legge spalmadebiti?
Vendita del marchio: annullati gli effetti della legge spalmadebiti, si passa subito ad un nuovo artificio contabile, la vendita del marchio a se stessi (Inter, Milan, Roma, Lazio).
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: cos’è la vendita del marchio? E poi Moratti, Berlusconi e Sensi sono talmente ricchi che non ne avrebbero comunque avuto bisogno.

 

Juventus: un mediocre allenatore (chissà chi gli ha dato il patentino) una mattina si alza e dice che due giocatori della Juve sono troppo grossi.

Ne nasce un processo che dura 9 anni.

La società bianconera è vivisezionata in tutte le sue parti (intercettazioni, controlli a sorpresa agli allenamenti, perizie ematologiche) e si scopre che il doping NON esiste.

Si tenta di far passare l’abuso di farmaci (pratica comunissima in tutte le società sportive) come un reato (ma allora le infiltrazioni antidolorifiche cosa sono? E la carnitina di Bearzot e Vecchiet nel 1982?).
RISPOSTA GIUSTIZIA ORDINARIA: il sentimento popolare è che la Juve rubasse e poi non potevamo far passare Guariniello per un visionario
Juventus: Calciopoli. Un anno di intercettazioni dimostra che non esiste una sola telefonata tra la Juventus e gli arbitri, che non esiste una sola conversazione in cui si richiedono favori o trattamenti particolari. La teoria dell’illecito strutturato (reato che, peraltro, non esiste nel codice di giustizia sportiva) si smonta da sé leggendo le informative.
RISPOSTA GIUSTIZIA SPORTIVA: il sentimento popolare è che la Juve rubasse (d’altra parte vinceva troppo) e poi Tronchetti, Moratti, Berlusconi, Franzo Grande Stevens, Zaccone, Gabetti, Montezemolo, Guido Rossi, Ruperto, Sandulli, Palazzi, Borrelli, quindi JUVENTUS RETROCESSA IN B CON PENALITÀ -17 punti,

ULTIMI DUE SCUDETTI VINTI DOMINANDO CANCELLATI, ESCLUSI DALLA CHAMPIONS PER CHISSA’ QUANTI ANNI, DANNO FINANZIARIO ENORME CHE LA OBBLIGA A DISTRUGGERE UN GRUPPO DAVVERO FORTE, COME è STATO DIMOSTRATO NELLA FINALE DEI CAMPIONATI DEL MONDO 2006 ED HANNO DIMOSTRATO I GIOCATORI CEDUTI VINCITORI IN ITALIA E ALL’ESTERO NELLE RISPETTIVE SQUADRE E FONDAMENTALI NEL BUON CAMPIONATO DELLE ALTRE… (CANNAVARO, ZAMBROTTA, THURAM, EMERSON, VIERA, IBRAIMOVIC, MUTU, BLASI, ALLENATORE CAPELLO)

 

ADESSO IL CALCIO È FINALMENTE PULITO perché NON HA VINTO LA JUVE.

MA NON è PIU’ UNO SPORT.

                       

Sapete come si fa a falsare sicuramente senza timore di smentita una competizione sportiva tipo partita di calcio?   Semplicissimo, facendo giocare dei dopati, facendo giocare chi non ha il passaporto in regola o altri requisiti per scendere in campo, facendo giocare calciatori comprati con i soldi di tasse mai pagate e poi spalmate in 25 anni, etc.. etc…

 

Tutto il resto sono vittimismi dei perdenti.



E QUESTA LA CHIAMATE GIUSTIZIA ?

10:24 AM, Sep. 23, 2007  ..  Inviato in SPORT___che illusione pensare sia pulito  ..  0 commenti  ..  Link

NON SO PER QUALE STRANO MOTIVO RITORNO SU QUESTO ARGOMENTO MA LA PUNIZIONE SUBITA DALLA SCUDERIA DI FORMULA 1 MCLAREN-MERCEDES è ASSOLUTAMENTE STATA INEVITABILE, IN QUANTO I RESPONSABILI DELLA SCUDERIA SONO STATI TROVATI CON LE MANI NELLA MARMELLATA, HANNO SPIATO I CONCORRENTI CON VARI SISTEMI E LA PUNIZIONE SEPPUR LEGGERINA è IL MINIMO PLAUSIBILE.

 

COME è POSSIBILE CHE COMMISSIONI SPORTIVE MONDIALI RITENGANO CHE DEGLI SPIONI VADANO PUNITI, MENTRE IN ITALIA AGLI SPIONI è STATA DATA LA POSSIBILITA' DI CONFEZIONARSI IN CASA UNA MANIFESTAZIONE SPORTIVA, (CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 2006/2007) CON LA CERTEZZA DI VINCERLO PRIMA ANCORA DI INCOMINCIARLO ?

 

SONO STATI TROVATI CENTINAIA DI DOSSIER (MIGLIAIA NE SONO STATI DISTRUTTI PRIMA) DAI QUALI SI EVINCE COME LA CUPOLA TELECOM-INTER-PIRELLI STESSE SPIANDO INDUSTRIALI, POLITICI, CONCORRENTI, DIRIGENTI DI ALTRE SQUADRE, BANCHIERI, ARBITRI, DESIGNATORI, GIOCATORI, GUARDALINEE, GIORNALISTI, PROCURATORI SPORTIVI, ETC. ETC. ETC.

DOSSIER FATTI DI INTERCETTAZIONI TELEFONICHE DURATE ANNI,

DOSSIER FATTI DI INTROMISSIONI NELLA VITA PRIVATA TRAMITE INVESTIGATORI PRIVATI, ATTRAVERSO CONTROLLI FOTOGRAFICI E PEDINAMENTI,

DOSSIER FATTI DI MANIPOLAZIONI DI QUANTO SOPRA PER POTER RICATTARE ANCHE I PIU' ONESTI E CANDIDI.

 

E NESSUNO RIPETO NESSUNO SI DOMANDA DEL PERCHE' IN ITALIA SIA POSSIBILE TALE IMPUNIBILITA'....

OVVIO CI SONO I DOSSIER SU TUTTI NOI.....

CHI SBAGLIA VERRA' SPUTTANATO E SOCIALMENTE DISTRUTTO, SE NON PEGGIO COME è SUCCESSO AL POVERO ADAMO BOVE..... CAPO SECURITY TELECOM, MAGGIORE INTERPRETE DELL'OPERAZIONE DOSSIER, UOMO DI FIDUCIA DELLA DIRIGENZA.

COSA GLI è SUCCESSO ? OVVIO SI è SUICIDATO.... FACENDOSI BUTTARE DA UN CAVALCAVIA, DATO CHE SOFFRENDO DI VERTIGINI GLI RISULTAVA DIFFICILE FARLO DA SOLO....

E PERCHè ? RIMORSO DI COSCIENZA ? ODDIO GUAI FOSSE STATO COSì ?

 

BELLO STO PAESE DI BURATTINI E BURATTINAI....

 

quello che più mi fa schifo non è la porca connivenza tra i sistemi radiotelevisivo/giornalistico, politico/istituzionale, bancario/sportivo, no no no , mi fa schifo il senso della vita che ci è stato inculcato e che garantisce a tutti costoro l'impunibilità.

Vi chiederete, ma la magistratura perchè non interviene se tutto è così evidente ?

Dimenticate i dossier.....

e poi escludereste a priori una magistratura non solo ricattabile ma magari collusa?

 

 

 



26 agosto 2007 dopo un anno farsa è ritornata la VERA SERIE " A " ....

08:51 AM, Aug. 27, 2007  ..  Inviato in SPORT___che illusione pensare sia pulito  ..  0 commenti  ..  Link

ed ovviamente l'inter è tornata a pareggiare....e diciamola tutta ringraziando l'udinese per non aver schierato un attaccante decente, altrimenti....

E tutto ciò è successo come per i decenni passati nonostante San Luciano Moggi ieri

sia stato in visita alle grotte di castellana ove i cellulari non hanno campo...

Allora la cosa si preannuncia grave.

Adesso che non ci sono più le spalle coperte dagli intercettatori telecom,

adesso che sono cambiati tutti gli arbitri e gli uomini a capo della figc e giustizia

sportiva, ma soprattutto non ci sono più dossier per condizionarli o peggio ricattarli,

adesso che il falso in bilancio e l'evasione fiscale sono indagini in corso

insieme ai processi già iniziati, tra i quali si dovrà rispondere anche di omicidio,

come farà la vittimistica banda degli onesti a ritirar su la nostra pazza

ed amata internazionale f.c. ?

Comprarsi l'unità per salvarsi il popò ?

Sarà sufficiente ?

Oh... come rimpiango quelle patetiche ed infantili millanterie dell'odiato Lucianone Moggi.

Almeno lui non ha causato la morte di nessuno, e non mi pare poco.

Strano questo paese, fa più notizia uno scarcerato che lancia mutandine dal terrazzo a

dei figuranti piuttosto che il perpetrarsi di gravi ingiustizie a danno della comunità.

Ma chi ci guadagna?  Noi tutti certamente ci perdiamo! Sveglia ITALIAAAA...

....

98 miliardi di euro di evasione da parte delle concessionarie dei Monopoli di Stato non sono una notizia. Infatti non ne parla nessuno. Il potere del silenzio è il vero potere. In Italia ci sono 5 giornali e 7 canali televisivi che amministrano l’informazione, la costruiscono, la negano. Il cittadino è una foca ammaestrata, dice si, dice no, non capisce mai nulla di quello che gli succede.
98 miliardi di evasione meritano una risposta. Visco e Prodi devono rispondere. Se non lo fanno giustificano l’evasione. Chi paga le tasse non può essere preso per il c..o, paga anche il loro non miserabile stipendio....

V E R G O G N A !



{ Last Page }   { Page 1 of 6 }   { Next Page }

La mia foto

Home
Il mio profilo
Archivi
Amici
Album fotografico

Links

BUON SENSO
NO TAX AREA

Categorie

POLITICA ....o meglio .... U T O P I A .... che stanno lavorando per noi....
SPORT___che illusione pensare sia pulito
ITALIA AGLI ITALIANI ... soluzioni ai problemi non bla bla bla bla

Contenuti recenti

RIECCOMI ... ALLONTANATO DA FACEBOOK MA SEMPRE SUL PEZZO ...
INTERCETTAZIONI..... ma che c'è di male a parte l'elevato costo ?
OBBLIGATORIETA' DELL'AZIONE GIUDIZIARIA - travaglio / schifani
ECCO PERCHE' SI VOTA IL 13 APRILE 2008 ! V E R G O G N A ! ! !
Oggetto: STATE UCCIDENDO LA PASSIONE PER IL CALCIO DEGLI ITALIANI

Friends

Statistiche